Arrivano nuove statistiche preoccupanti: le email di spam più pericolose contengono ransomware

Harold Dalma - -

Abbiamo parlato recentemente dell’aumento dell’attività di spam durante l’anno in corso, un aumento che ha raggiunto e già sorpassato i picchi massimi del 2010. Non siamo più sorpresi di trovare decine o centinaia di email spam ogni giorno nelle caselle di posta elettronica degli utenti. Gli utenti più esperti hanno imparato ad ignorarle, ma gli utenti della comunità online meno informati sono ancora a rischio di finire coinvolti in qualche truffa. Inoltre, un trattamento incauto delle email di spam può portare anche a serie cyber infezioni. A questo punto il ransomware è la cyber minaccia che dovrebbe farvi maggiore paura. Questi programmi sono subdoli: una volta infiltratisi nei computer, bloccato i file presenti nell’hard disk e sugli storage esterni, se collegati al computer. Dopo di che verrà richiesto di pagare un riscatto se la vittima vorrà riavere i suoi file indietro.  

Locky virus sent via spam image

Il virus Locky è uno dei primi ransomware utilizzato dai creatori delle compagne di spam malevoli per diffondere le loro cyber minacce. Anche se erano già state utilizzate tecniche simili, Locky è riuscito ad utilizzarle su larga scala con numeri mai vista prima. Numerosi successori di Locky come i ransomware Zepto e ODIN utilizzano lo stesso identico metodo per entrare nei computer delle vittime. Parlando di numeri concreti, dobbiamo menzionare una recente ricerca di Proofpoint, “Minacce estive” sul terzo trimestre del 2016 che mostra che il 96,8% delle email malevoli diffuse su internet portano al loro interno Locky o una versione di questo malware come allegato. Proofpoint ha parlato anche di altri ransomware tra cui CryptFile2, MarsJoke e Cerber che non hanno raggiunto la stessa diffusione, ma che sono comunque stati distribuiti attivamente in quel periodo. Nel complesso, la diffusione di ransomware è aumentata di 10 volte rispetto al 2015. Questi numeri sono molto preoccupanti e provano che le campagne di spam stanno avendo un grande effetto, mentre gran parte degli utenti internet è ancora poco informato sugli aspetti della cyber sicurezza o semplicemente li ignorano. Sfortunatamente, queste tendenze contribuiscono ad un futuro aumento delle email spam che diffondono malware. 

Considerando tutte queste terribili statistiche, potreste pensare che sia impossibile proteggersi contro le infezioni ransomware. Siamo onesti, gli sviluppatori di mawalre possono essere molto creativi nei mezzi utilizzati per ingannare gli utenti e fargli scaricare gli allegati email infetti. Fatture che sembrano reali, biglietti, conferme per abbonamenti, potrebbero arrivare anche notifiche reali, ma non dovete mai andare di fretta quando scaricate file allegati, anche se provengono da persone di cui vi fidate. Inoltre, è fortemente consigliato fare un backup dei dati più importanti e tenere questo backup su dei device esterni da usare in caso di emergenza. 

fonte: http://www.2-spyware.com/news/post9478.html

Leggete in altri linguaggi


File
Software
Mettiamo a confronto
Come noi su Facebook