Come prevenire il virus Locky: 5 consigli per avere il controllo del computer

Lucia Danes - -

È difficile di questi tempi trovare un utente che non abbia sentito parlare del virus Locky e dei danni che ha causato su larga scala in tutto il mondo di internet. In caso usiate raramente internet e non abbiate mai sentito parlare di questo virus, e del perchè crei così tanti problemi, allora siamo lieti di potervi informare riguardo questa minaccia. Locky virus è un programma ransomware, che prende di mira i dati personali e li cripta. Dopo averlo fatto, mostra una nota in cui chiede di pagare un riscatto in denaro per poter avere indietro i dati decriptati. Per via della complessità di questo virus, è riuscito ad infettare migliaia di computer in tutto il mondo e probabilmente a rubare milioni di dollari a compagne private e a semplici utenti. Sorprendentemente, questo virus non è stato ancora bloccato e continua ad infuriare nel mondo virtuale. Quindi, forniamo ora alcune raccomandazioni che potranno aiutare a prevenire l’infiltrazione di Locky e diminuirne i danni. Ecco la lista qua sotto:

Protect your computer from Locky virus

  • Evitare di aprire email sospette o di spam, che sembrano provenire da istituzioni governative. È stato analizzato e scoperto che i malware vengono diffusi soprattutto attraverso email che contengono come allegati file Word o JavaScript. Fate attenzione a qualsiasi email, che abbia come oggetto ATTN: Fattura J-98223100 o frasi simili. Inoltre se avete rapporti economici costanti con delle istituzioni, cercate di contattarle prima direttamente per eliminare ogni dubbio. Se lavorate in un’azienda istruite i vostri colleghi e fategli capire che bisogna stare attenti quando non si conosce il mittente della email. Dovreste anche metterli in guardia da questa minaccia specifica.
  • Fate dei back up del sistema e dei file regolarmente. Potete utilizzare drive esterni, fare back up online, o utilizzare il cloud e altre soluzioni simili per mettere al sicuro i vostri file più importanti. Ricordatevi che in caso utilizziate lo storage online (Dropbox, Google Drive or Microsoft OneDrive) potrebbe quest’ultimo, essere comunque infettato da un ransomware perchè è in grado di connettersi al network attraverso il computer.
  • Installare un affidabile software per la sicurezza. È essenziale averne uno in quanto potreste trascurare i file infetti, in particolare i Torjans, che solitamente si nascondono perfettamente alla vista degli utenti. Inoltre, è di vitale importanza aggiornare l’anti-spyware e l’anti-virus regolarmente in modo che il software riceva sempre le definizioni più recenti dei vari virus. Un programma anti-malware invece potrebbe essere utile quando avete a che fare con minacce minori come per esempio i malware.
  • Tenete sempre aggiornato il sistema. Alcuni aggiornamenti sono di cruciale importanza. Avere le ultime versioni dei vari browser può voler dire minimizzare la probabilità di essere infettati da un ransomware. Inoltre, rinnovare i programmi del sistema può garantire non solo performance migliori, ma anche diminuire la possibilità di essere infettati.
  • Disabilitare le impostazioni macro. Una delle peculiarità del ransomware Locky è che si attiva da solo se le impostazioni macro sono abilitate sul sistema. Se quest’ultime non lo fossero, Locky chiederebbe di attivarle. Di certo, dovreste ignorare questa richiesta. Anche se i macros sono disabilitati di default da Microsfot, è sempre meglio assicurarsi che le impostazioni del vostro computer e quelle dei computer dei vostri colleghi siano settate correttamente.

Riassumendo, queste misure di sicurezza dovrebbe permettervi di stare al sicuro dai ransomware. Tuttavia, siate realisti e ricordate “pensare al meglio, ma prepararsi al peggio”. Se siete stati infettati leggete la guida per rimuovere Locky.

fonte: http://www.2-spyware.com/post7047.html

Leggete in altri linguaggi


File
Software
Mettiamo a confronto
Come noi su Facebook